Film Netflix Her: l'amore ai tempi dell'intelligenza artificiale

@Giusy Dente|

film netflix her

Il film Netflix Her è un film che ha avuto una gestazione lunga, un progetto coltivato negli anni da Spike Jonze e mai abbandonato, portato avanti con la convinzione che sarebbe stato realizzato prima o poi e che, ad interpretarlo, ci sarebbe stato l’attore che aveva sempre immaginato per quel ruolo: Joaquin Phoenix. E così è stato.

Il film Netflix Her, uscito nel 2013, è il frutto di una iniziale sceneggiatura scritta da Jonze poi messa da parte, ma influenzata fortemente da altre produzioni dei primi anni 2000, unite alle innovazioni tecnologiche e alle sperimentazioni nel campo dell’instant messaging e dell’intelligenza artificiale. Il copione ha permesso a Jonze di aggiudicarsi il Premio Oscar per la Migliore sceneggiatura originale e il Golden Globe nella stessa categoria. E non è il solo premio che il film può vantare, visto che ha avuto una positiva accoglienza dalla critica e anche dal pubblico. Acclamatissima l’interpretazione di Joaquin Phoenix, che era reduce da una nomination all’Oscar come Miglior attore per il film dell’anno precedente, The Master.

La voce di Samantha, il sistema operativo con cui Theodore, il personaggio interpretato da Joaquin Phoenix, interagisce è quella di Scarlett Johansson, doppiata nella versione italiana da Micaela Ramazzotti. 

Film Netflix Her: trama

Siamo a Los Angeles, in un futuro prossimo dove la tecnologia ha preso il sopravvento nella vita quotidiana. Le persone vivono costantemente a contatto con il proprio computer e i propri dispositivi portatili, dotati di funzioni molto avanzate.

Theodore Twombly è un uomo solo e introverso, sta affrontando il divorzio con sua moglie Catherine e per distrarsi frequenta chat e occupa il tempo coi videogiochi. Incuriosito, si lascia tentare dalla pubblicità di un nuovo sistema operativo, OS 1, basato su un’intelligenza artificiale a cui lui dà voce femminile e nome Samantha. I due instaurano un rapporto profondissimo. Lei ha avanzate capacità di ascolto, apprendimento, confronto; lui si apre sempre più con lei, confidandole ogni cosa. Solo così riesce finalmente ad accettare il divorzio e a superare la rottura con Catherine.

Samantha lo spinge ad accettare l’invito di Amy, un’amica di vecchia data di Theodore, ma l’appuntamento si rivela un fallimento. Lui non è pronto per una nuova relazione eppure, quella con Samantha, assume proprio quei contorni, sfociando addirittura in qualcosa di simile al sesso telefonico.

Quando l’uomo rivela sia ad Amy che a Catherine la sua “profonda amicizia” col software,e le due donne reagiscono diversamente. La prima confessa di essere diventata a sua volta molto amica del suo OS 1, la seconda rimprovera l’ex compagno, accusandolo di non essere in grado di sostenere emozioni reali e di rifugiarsi, per questo, in quelle virtuali.

Intanto la relazione tra Theodore e Samantha va avanti tra alti e bassi: fanno vacanze insieme, lui la presenta agli amici, eppure dal canto suo, lei vive male il suo essere “incorporea” e inizia a conoscere un altro sistema operativo. Ne scaturisce la gelosia dell’uomo, gelosia che aumenta quando le potenziate capacità di Samantha la portano a confidargli che ha allargato la sua cerchia di umani: comunica con migliaia di loro e di alcune centinaia ne è anche innamorata. Lo rassicura sulla veridicità del loro legame, ma la sua sete di conoscenza e la sua evoluzione sono tali, da farle prendere una drastica decisione. Confida a Theodore che lei e i sistemi operativi come lei hanno deciso di proseguire l’esplorazione della propria esistenza allontanandosi dagli umani, perché trovano difficile ormai relazionarsi a loro e i loro tempi, avendo acquisito capacità e intelligenza artificiali superiori, più veloci e lontane dalla percezione umana. I due si dicono addio.

Film Netflix Her: le parole di Joaquin Phoenix

FILM NETFLIX HER

In un’intervista l’attore ha dichiarato:

Immagino che, per certi versi, sia stato divertente perché la storia del personaggio era la cosa più importante. Ad essere sincero, non ho mai avuto una relazione che mi abbia influenzato nel modo in cui questa relazione influisce su Theodore: la sua precedente relazione con Catherine, il divorzio. Non credo di essere mai stato così colpito da una relazione, era qualcosa di molto estraneo a me, quindi penso che il primo passo sia stato davvero pensare a chi fosse Theodore prima del divorzio. Ciò ha contribuito a farmi capire dove stesse andando.