Game of Thrones: ordinata House of the Dragon, la serie prequel sui Targaryen

Giusy Dente|

Game of Thrones 8

La notizia è di quelle che i fan di Game of Thrones aspettavano da tempo, da quando lo scorso maggio è andato in onda l’episodio conclusivo di una saga da record, in termini di premi della critica e di risposta negli ascolti. C’erano già nell’aria diverse indiscrezioni al riguardo, diverse possibilità per continuare ad esplorare quei mondi che hanno fatto viaggiare la fantasia e le emozioni di milioni di persone in questi anni.

Le prime scarne informazioni avevano fatto sperare gli appassionati della saga (e in particolare della famiglia Targaryen) che ora possono tirare un respiro di sollievo e far partire il conto alla rovescia. La serie prequel si farà e diventa sempre più vicina. HBO, il canale tv statunitense che produceva e trasmetteva anche la serie tv originale, ha formalmente ordinato 10 episodi.

Dopo Game of Thrones, House of the Dragon

Lo spin-off, intitolato House of the Dragon, vede tra i produttori l’autore della saga fantasy originaria George RR Martin (Cronache del ghiaccio e del fuoco) e lo sceneggiatore e produttore Ryan Condal. Nel cast di showrunner anche il regista Miguel Sapochnik, che dirigerà alcuni episodi. Questi saranno ambientati ben 300 anni prima della serie originale.

In una nota ufficiale rilasciata da Casey Bloys, presidente della programmazione HBO, si legge:

L’universo di Game of Thrones è così ricco di storie. Non vediamo l’ora di esplorare le origini della Casa Targaryen e dei primi giorni di Westeros insieme a Miguel e George.

Insieme a questa notizia è arrivata anche quella riportata da Hollywood Reporter, circa la cancellazione da parte di HBO di un’altra serie prequel di Game of Thrones scritta da Jane Goldman e dal titolo provvisorio The Long Night, ma di cui era stato anche già girato l’episodio pilota. Lo spin-off in questione sarebbe stato ambientata addirittura cinquemila anni prima di Game of Thrones e molto tempo prima dei Sette Regni. Avrebbe avuto come attrice protagonista Naomi Watts; nel cast anche Miranda Richardson e Joshua Whitehouse. Secondo Deadline i dirigenti non avrebbero trovato il pilot convincente fino in fondo e avrebbero dunque deciso di abbandonare il progetto, a favore di House of the Dragon, incentrata sulle origini della casa Targaryen.