Serie TV

Noi i ragazzi dello zoo di Berlino, in arrivo la serie tv

noi i ragazzi dello zoo di berlino

Pubblicato nel 1978, Noi i ragazzi dello zoo di Berlino ha scioccato una generazione intera con la sua narrazione nuda e cruda sulla droga e la tossicodipendenza tra i giovani. Un racconto drammatico senza buonismi, per nulla edulcorato o allegerito: solo degrado, violenza, morte, autodistruzione, trasgressione.

La protagonista (minorenne) si muove tra i club e le strade dell’area della stazione di Berlino, un quartiere abbandonato a sé stesso e alla sua sporcizia, scivolando sempre più giù nel tunnel della prostituzione e della tossicodipendenza. Lei e i suoi amici vivono di espedienti pur di procurarsi i soldi necessari per acquistare l’eroina e farsi.

Dal libro è stato tratto un discusso film, uscito nel 1981 per la regia di Uli Edel con Natdaja Brunkhorst e un cameo di David Bowie. Presto sarà la volta della serie tv.

Noi i ragazzi dello zoo di Berlino diventa una serie tv

noi i ragazzi dello zoo di berlino

Il titolo originale è Wir Kinder vom Bahnhof Zoo – Germania. La serie tv tedesca è targata Prime Original, adattata dal libro alla TV dalla scrittrice Annette Hess e dal suo team di autori. La regia è di Philipp Kadelbach, che dirigerà tutti gli otto episodi.

A muoversi nella Berlino Ovest degli anni ‘70 sono tre ragazzi e tre ragazze, interpretati da sei attori volutamente non famosi e scelti dopo un casting molto accurato. L’hanno spuntata su migliaia di aspiranti attori. Accanto a Jana McKinnon, che veste i panni di Christiane la protagonista, ci sono: Michelangelo Fortuzzi (Benno), Lena Urzendowsky (Stella), Bruno Alexander (Michi), Jeremias Meyer (Axel) e Lea Drinda (Babsi).

La narrazione sarà molto corale, non si incentrerà solo su Christiane, ma anche sui suoi amici, “ultimi” della società come lei, adolescenti disfunzionali e sbagliati imbrigliati in una vita dissoluta. Una narrazione di impianto meno documentaristico, rispetto al libro.

La serie è attualmente in lavorazione, prodotta da Oliver Berbenle. Le riprese si muoveranno tra Praga e Berlino. Presumibilmente, sbarcherà in TV nel 2020, disponibile su Prime Video.

  • Condividi l'articolo

Comments

comments