Sarah Drew rompe il silenzio, la verità sull'uscita di scena da Grey's Anatomy

@LuigiToto|

Sarah Drew Grey's Anatomy

In una lunga e interessante intervista su The Hollywood Reporter, Sarah Drew ha parlato della sua uscita di scena da Grey’s Anatomy. Tra gli highlights, la sua reazione alla scoperta e ciò che pensa su Jackson e April-

Parliamo del giorno in cui ha scoperto che eri stata licenziata da Grey’s Anatomy.

Sarah:

Stavo assistendo Kevin mentre dirigeva un episodio. L’ho saputo quel pomeriggio e sono tornata nella mia roulotte, ho pianto e ho chiamato le mie persone. Un sacco di gente è entrata nella mia roulotte per abbracciarmi e piangere con me e dirmi che erano così tristi per il fatto che stavo per andarmene. Stavo assistendo Kevin come aiuto regista nella speranza che un giorno avrei potuto dirigere un episodio di Grey’s Anatomy, ma dopo il licenziamento non è stato possibile. Perciò continuavo a chiedermi se valesse la pena continuare ad assistere Kevin. E mio marito mi ha detto: “Certo che sì.” Così ho avuto questa incredibile opportunità di crescere come regista e artista. Non avevo nulla di cui vergognarmi e non avevo bisogno di nascondermi.

Che esperienza profonda.

Sono una credente e penso che le cose accadano per una ragione e credo nel bisogno di trovare la bellezza anche nel dolore. Non rimpiango niente di questa stagione della mia vita. La sto abbracciando. Ho avuto una stagione di vita profonda e incredibile in Grey’s Anatomy. Ho raccontato storie in cui credevo. Ho avuto modo di lavorare con Shonda Rhimes e Betsy Beers e di imparare dai migliori. Ho avuto modo di lavorare con una comunità incredibile di persone con cui avrò amicizie durature. Ho avuto la possibilità di costruire una piattaforma e avere dei figli in un ambiente che mi ha tutelata grazie a Shonda e al suo modo di prendersi cura delle mamme e delle donne. È difficile per me trovare motivi per cui debba essere arrabbiata.

A cosa pensi ora che sono passati mesi dal licenziamento?

 Essere licenziata è stato doloroso ma ora penso che sarebbe stato difficile per me lasciare lo show diversamente. Ci sono stata per 9 anni. Mi sembra giusto e mi sembra un buon momento passare a qualcos’altro con tutto l’amore che ho nel cuore per tutti loro e con il rispetto e la gratitudine per questa esperienza. Interpretare un personaggio per 9 anni è un lungo viaggio.

Vorresti tornare in Grey’s Anatomy come regista?

 Forse.

Quando la notizia del tuo licenziamento e di quello di Jessica è trapelata sui social, alcuni hanno pensato che fosse colpa del nuovo contratto di Ellen Pompeo da 20 milioni di dollari l’anno. Come ti è stata spiegata questa decisione?

Mi è stato detto che lo show aveva troppi personaggi e che avevano bisogno di ridimensionarli perché non potevano gestire tutti i personaggi in modo efficace. Non volevano che nessuno di noi venisse lasciato in disparte e non ottenesse gran parte delle storyline. Perché c’erano così tanti personaggi fissi, avevano bisogno di ridimensionare e trovare alcuni personaggi che potessero legare bene con altre storyline. Krista Vernoff ha detto che sentiva come se April avesse affrontato così tanto e fosse ormai su un altro livello e che non sapeva cos’altro avrebbe potuto farle affrontare. È stato davvero difficile sentirselo dire. Ma Krista ha detto cose molto positive sul lavoro che ho svolto – specialmente nella scorsa stagione – e che April avrebbe avuto il suo lieto fine.

Grey's Anatomy

April molla il lavoro per fare “il lavoro di Dio” e sposa Matthew. Cosa ne pensi della fine del suo viaggio?

Mi sentivo devastata dal fatto che Jackson e April non fossero endgame. Pensavo che fossero destinati, che sarebbero tornati insieme, si sarebbero sposati di nuovo e resi conto che erano stati dei pazzi a lasciarsi, il tutto in modo lento e graduale. Ma dopo averci pensato, devo dire che c’è una certa dolcezza nella storia di fede di April. Lei è scappata con Jackson e l’ha amato e non rimpiange un solo secondo di quella relazione perché le ha riempito il cuore e le ha dato una bellissima figlia. È cresciuta come donna e come credente. Tutto ciò doveva accadere. Ma c’era qualcosa di bello nella storia di redenzione tra April e Matthew. Lei lo ha ferito come nessun altro, lasciandolo al loro matrimonio. È possibile una riconciliazione dopo questo? Questa è una storia di redenzione e perdono davvero bella. Lui ha perso sua moglie e poi ha ritrovato il suo primo amore. È dolce.

 Eppure gli spettatori non hanno avuto modo di vedere quella riconciliazione tra April e Matthew.

Vorrei che avessimo visto di più del loro viaggio prima che si sposassero. Mi sarebbe piaciuto interpretare quelle scene e mi sarebbe piaciuto raccontare quella storia in modo più completo. Io riesco a vederne la bellezza. Ma una parte di me sarà sempre distrutta dal fatto che April e Jackson non siano endgame.

April è uno dei pochi personaggi ad essere uscito vivo dallo show. Ci sono state conversazioni sul fatto di rivederti come guest star dato che April e Jackson condividono la custodia della loro figlia?

Non ho sentito nessuna discussione al riguardo.

Saresti disposta a farlo?

Forse.

C’è anche Station 19 e Matthew lavora come paramedico. Avrebbe senso vedervi anche in quell’universo.

L’estate scorsa, ho scritto a Stacy McKee, lo showrunner di Station 19 ed ex showrunner di Grey’s, e le ho detto che Justin Bruening avrebbe dovuto esserci nel suo show di pompieri. Ma chi lo sa? Penso che sarebbe un’aggiunta fantastica a quel cast. Sarebbe divertente giocare anche in quell’universo del mondo di Shondaland. Ma allo stesso tempo, ho salutato April e le ho dato pace. Sarei felice di non essere di nuovo April. Non sento un particolare desiderio di interpretarla adesso. Adoro quel personaggio.

Continuerai a guardare Grey’s Anatomy?

C’è qualcosa nel guardare la tua famiglia andare avanti senza di te che è un pò doloroso. Non sono sicura di saperlo affrontare. Li amo e sono sicura che sarà una grande stagione, ma penso che potrebbe essere difficile per me sintonizzarmi a guardarla.

Cosa farai adesso?

Sto rivedendo le mie opzioni. Non ho firmato ufficialmente da nessuna parte, ma ho tre o quattro diversi potenziali progetti a cui sono interessata sia come produttrice che attrice e forse persino regista.

Tornerai in show da 24 episodi a stagione?

Non adesso. Sto pensando più a cose da 10 a 13 episodi. Progetti in streaming e non reti televisive. Vedremo! È tutto possibile ed eccitante in questo momento.

Aspettando la stagione dell’amore di Grey’s Anatomy, cosa ne pensate delle parole di Sarah?

Ringraziamo il nostro Daniele Edo