Serie tv Netflix LOVE: la storia di una coppia diventa la storia di una generazione

@Giusy Dente|

love netflix

La serie tv Netflix LOVE dipinge con grande sincerità e realismo, conditi da non poco umorismo, l’evoluzione di una storia d’amore. I suoi protagonisti sono apparentemente del tutto diversi e inconciliabili, eppure trovano il modo di incastrare le loro diversità e di risolvere i loro problemi con se stessi, per far funzionare le cose, tra continui e inevitabili alti e bassi.

Serie tv Netflix LOVE:

serie tv netflix love

Creata da Judd Apatow, Paul Rust e Lesley Arfin, la serie tv Netflix LOVE vede Gillian Jacobs e lo stesso Paul Rust protagonisti, rispettivamente nei panni di Mickey e Gus.

Lei è una ragazza ribelle, sfrontata, dipendente dal sesso, dall’alcol e dall’amore, reduce da una serie infinita di relazioni sbagliate. Lui è timido e insicuro e prima di incontrare Mickey ha subito un tradimento dalla sua precedente fidanzata.

Rilasciata su Netflix nel 2016, la prima stagione con i suoi 10 episodi ha avuto un enorme successo. La seconda è stata resa disponibile nel 2017 e infine, nel 2018, è stata la volta della stagione conclusiva. Da apprezzare la scelta di non trascinare la storia per altre stagioni: l’equilibrio che si raggiunge con le tre realizzate è perfetto e offre una panoramica ampia sulla vicenda, nonché una degna conclusione alla storia di Mickey e Gus. Quella di Gus e Michey è una storia d’amore credibile e per questo se ne apprezza l’evoluzione, che non è scontata. I due imparano poco a poco a non distruggersi a vicenda e a non tirare fuori l’uno dall’altro il peggio.

Non c’è rischio di rimanere insoddisfatti o delusi, insomma.

Serie tv Netflix LOVE: icona generazionale

È vero che in LOVE viene raccontata la storia d’amore tra un ragazzo e una ragazza, ma l’esplorazione dei temi collaterali alla semplice “vita di coppia” fa sì che la serie diventi una sorta di icona generazionale.

Sia Mickey che Gus devono fare i conti con se stessi, su chi sono, su chi sono loro malgrado diventati, su chi non sono riusciti ad essere. Devono fronteggiare colleghi di lavoro insopportabili, scelte difficili, rinunce, vedono le loro aspirazioni crollare e altri sogni realizzarsi. Hanno trent’anni, il momento è delicato e loro lo sanno. Sono fragili, spaventati, alla ricerca del loro posto nel mondo, come qualunque coetaneo, anche fuori dal piccolo schermo, non solo nella finzione televisiva.

In LOVE c’è spazio per una profonda caratterizzazione dei personaggi e per un realismo che affonda sia nelle problematiche dei protagonisti con se stessi e le loro paure, sia in quelle tra di loro come coppia.

Serie tv Ntflix LOVE: trailer

Se siete alla ricerca di una canonica commedia romantica, forse questa non è esattamente la serie che fa per voi, perché c’è spazio per non pochi scossoni e un bel po’ di errori e scelte sbagliate.