Vikings Valhalla, Netflix conferma il sequel della serie tv

@Giusy Dente|

vikings

Un sequel ambientato cento anni dopo gli eventi della serie originale: è questo il progetto che ha in mente Netflix per riportare sullo schermo i vichinghi più famosi della storia seriale. Ovviamente stiamo parlando di Vikings, la serie tv che si concluderà con la sesta stagione in onda a partire dal 4 dicembre su History. Proprio su History aveva debuttato nel 2013 e ora sta per giungere alla sua conclusione.

Vikings: Valhalla

Lo spin-off si intitolerà Vikings: Valhalla: sarà scritto, prodotto e guidato da Jeb Stuart (Il Fuggitivo, Die Hard) e la prima stagione si comporrà di  ben 24 episodi. Un numero molto più alto delle puntate che solitamente costituiscono le stagioni delle serie originali Netflix, le quali difficilmente superano la decina.

Lo show seguirà le avventure di rinomate figure storiche come Leif Erikson, Harald Harada, Freydis e il Re Normanno di discendenza vichinga William il Conquistatore, in un’Europa in pieno cambiamento ed evoluzione.

A dare l’annuncio di questa nuova produzione Netflix è stato Michael Hirst, creatore di Vikings e sceneggiatore di tutti gli episodi della serie, nonché produttore esecutivo di Valhalla assieme a Stuart e Morgan O’Sullivan di MGM Television.

Sono oltremodo entusiasta di annunciare il continuo della nostra saga dei Vichinghi. So che i nostri fan provenienti da ogni parte del mondo saranno compiaciuti dalla fiducia mostrata al nostro show da MGM e Netflix. Jeb Stuart, uno sceneggiatore davvero fantastico, creerà delle nuove storyline e applicherà una visione davvero potente e viscerale alle vicende di alcuni dei più celebri Vichinghi della storia.

Ha detto la sua anche Channing Dungey, Vice Presidente del ramo dedicato alle Serie Originali della compagnia:

Vikings: Valhalla promette di essere tutto ciò che i fan amano del franchise: azione irrefrenabile e mozzafiato che affonda le sue radice in personaggi complessi e in una narrazione drammatica che esalta i concetti di famiglia, lealtà e potere. Siamo entusiasti di dar luce alla nuova iterazione della saga di Vikings con Michael Hirst, Jeb Stuart, Morgan O’Sullivan e MGM Television.

Il titolo del sequel fa riferimento a un concetto della mitologica norrena: il Valhalla è una sorta di aldilà accessibile soltanto a guerrieri che si sono distinti sul campo di guerra e sono morti eroicamente in battaglia. Letteralmente significa “Sala dei morti in battaglia”: potrebbe essere anche un ottimo stratagemma per ritrovare alcuni personaggi popolari venuti a mancare nel corso degli anni e delle stagioni, tra cui Ragnar Lothbrok (Travis Fimmel), ucciso negli ultimi episodi di Vikings 4.