Crazy Ex Girlfriend e il titolo che inganna: la genialità di Rachel Bloom

LuigiToto|

Non esistono molte musical-comedy in televisione. O almeno sulla broadcast television.

Crazy Ex-Girlfriend è probabilmente uno degli esempi di titoli più fuorvianti della storia (lo scettro lo detiene ancora Cougar Town), perché è un titolo abbastanza stupido, per quanto semi-onesto,  per riuscire a prendere lo show sul serio. Un po’ lo stesso destino che toccò a Jane the Virgin a suo tempo.

Ma cadendo in un cliché e riesumando il vecchio detto “non giudicate un libro dalla copertina” o in questo caso “non giudicate un telefilm dal suo titolo”(hey, Buffy l’ammazzavampiri non è un titolone, eppure…), voglio parlarvi di quella che secondo me è una delle migliori comedy attualmente in circolazione.

Per parlare di Crazy Ex-Girlfriend dobbiamo, per forza di cose, parlare di Rachel Bloom.

Rachel, che è anche protagonista dello show, scrive, canta, compone e recita per lo show. In pratica è la J.LO del processo di produzione di una serie tv.

Pensate che la Bloom ha acquistato popolarità con dei video su YouTube e ha fatto la gavetta portando caffè allo staff del Saturday Night Live.

Il pilot di Crazy Ex-Girlfriend era inizialmente un progetto per Showtime, canale cable, ma poi fu deciso di spostare il tutto a The CW, sua sister network, quindi capirete che ci furono delle modifiche al concept iniziale (lo show doveva durare 20 minuti ad episodio) e allo stile di scrittura (su The CW sicuramente puoi mostrare di meno e dire meno parolacce).

La premessa iniziale di Crazy Ex-Girlfriend è molto simile a quella di Felicity… fatta di steroidi.

Rebecca, la nostra protagonista, un avvocato di successo che ha tutto ciò che si possa desiderare, professionalmente parlando, decide di fare un salto di fede e trasferirsi a West Covina, in California, dove abita il suo ex fidanzato (frequentato per pochi mesi durante un campo estivo) Josh Chan.

Josh Chan è il Ben Covington di Rebecca Bunch.

Ma questa, appunto, è solo una premessa, come il “trasferirsi a New York per seguire Ben” era solo l’input iniziale di Felicity. Da qui Rebecca incontra una serie di personaggi, particolarmente eccentrici e out of this world, che l’aiutano a costruire un percorso fatto di situazioni portate all’assurdo, momenti umilianti e canzoni che ti resteranno in testa.

Sì, perché i motivetti della serie, seppur con testi adatti al contesto, ti restano dentro. Io dopo aver visto gli episodi continuo a canticchiarli.

Non manca di certo il triangolo amoroso, perché il trope Ben – Felicity – Noel in una serie del genere è d’obbligo. Greg è il Noel della situazione, ed è interpretato dal bravissimo Santino Fontana.

Menzione d’onore per Vella Lovell che interpreta la vicina “cool” di Rebecca ed ha la tipica voce da Valley Girl. Ogni volta che appare in scena mi preparo a grosse risate.

Il cast è estremamente talentuoso, ci troviamo di fronte ad uno show che stona un po’ su The CW ma che sicuramente prova a far parte di una nuova identità del network (nata con l’inizio di Jane The Virgin).

La punta di diamante e il polmone di tutto ciò è Rachel Bloom, che è un talento inarrestabile e che merita il Golden Globe che ha ricevuto. C’è tutto di lei nello show e questo è da ammirare, inoltre se la seguite sui social troverete una persona molto intelligente, ironica e profonda.

Quindi, non fatevi ingannare, Crazy Ex-Girlfriend è molto più del suo titolo.

Vi lascio qualche canzone dallo show: