Grey's Anatomy, Sarah Drew: "Ho sofferto molto, April non doveva sposarsi"

LuigiToto|

Grey's Anatomy

A ruota libera in una nuova intervista, Sarah Drew rivela di aver sofferto molto nel dover lasciare Grey’s Anatomy. Ha anche pianto, l’attrice ha dett:

Ho sofferto molto nel lasciare Grey’s Aantomy. Ho pianto anche in casa e i miei figli mi hanno vista. Ho spiegato loro che la mamma è davvero legata a questa comunità di persone di cui fa parte da 9 anni ed è quindi difficile triste dire addio; che a volte i lavori non durano per sempre e che le cose non vanno sempre come vogliamo, e che va bene così perchè c’è sempre qualcosa di più grande e migliore ad attenderci dietro l’angolo. È importante che i miei figli sappiano che ci è concesso piangere, esternare questi sentimenti dolorosi. È una cosa che cerco di insegnare loro, sopratutto a mio figlio, perché voglio incoraggiarlo ad essere sensibile, specialmente ora che è un bambino e un futuro uomo. Voglio che non provi vergogna nel piangere.

Grey's Anatomy

E Sarah è sicura di una cosa: April non aveva bisogno di sposare Matthew. Il suo happy ending, se fosse dipeso da lei, sarebbe stato diverso:

April è stata parte di me per 9 anni. Se avessi scritto io il finale, sarebbe andata diversamente. Sarebbe stato grandioso per lei uscire di scena al tramonto senza il bisogno di avere un uomo al suo fianco a riempire i suoi vuoti. Non ne ha bisogno. Riconosco certamente quanto significative siano state April e Arizona per alcune comunità sotto-rappresentate nei media. E so che attraverso loro, molte persone sentivano come se stessero vivendo loro stesse vedendo la loro vita rappresentata in tv in un modo sfaccettato e non mono-dimensionale. 

Insomma, la Drew è sicuramente amareggiata, ma riesce a trovare del positivo nella sua meravigliosa esperienza in Grey’s Anatomy. Noi le auguriamo il meglio.

Ringraziamo il nostro Daniele Edo (CLICCATE QUI per la sua pagina)