News

Lost: la spiegazione del finale di serie e dei misteri più importanti

Lost

“Erano tutti morti”.

No, sbagliato. Bocciati. Il finale di serie di Lost ha sempre causato confusione in una parte degli spettatori fan della serie. Le ragioni sono varie, ma non si può andare avanti ignorando il vero finale della serie e il suo significato, giusto?

Facciamo un veloce recap. Ci sono delle nozioni da ricordare prima di parlare del finale.

In ordine cronologico: le origini (Lost 6×15 Across The Sea)

Lost

Migliaia di anni fa, una donna incinta di nome Claudia arriva sull’isola. “Madre”, una figura sinistra e molto particolare, l’aiuta a partorire. Nascono due bambini. Madre decide di uccidere Claudia e tenerli per se.

Non sappiamo da quanto tempo madre fosse sull’isola prima dell’arrivo di Claudia e del suo popolo. Madre cresce i due bambini, Jacob e Man in Black (L’Uomo In Nero, MIB, Il Mostro), facendogli credere che non ci sia nulla oltre il mare. Non esiste niente oltre l’isola.

Madre è la protettrice dell’isola. L’isola ha bisogno di un guardiano, un guardiano che protegga Il Cuore dell’Isola, un’incredibile fonte di energia magnetica che risiede in una grotta. Un’energia presente in tutti gli esseri viventi in piccole quantità. Quell’energia, se manipolata, può essere molto pericolosa.

Madre avverte Jacob e Man In Black che scendere nella grotta sarebbe peggio che morire. Nelle sue parole c’è amarezza, questo ci fa pensare che lei abbia sperimentato la cosa e che sia un mostro di fumo nero. Un primo mostro, prima di quello che conosciamo nella serie.

Ne abbiamo un’altra prova quando Man in Black vede il fantasma di sua madre e scopre il villaggio degli uomini che sono arrivati sull’isola. Il mondo di MIB crolla. C’è altro oltre quel posto. Decide di vivere la sua vita e di trovare un modo di abbandonare l’isola. MIB, ormai cresciuto, spiega a Madre che ha trovato un modo – forse – per lasciare l’isola, manipolando l’incredibile fonte di energia presente in determinati luoghi. Quella luce. La stessa nel cuore dell’isola.

Creando una spaccatura sotto un pozzo, usando una ruota (che poi diventerà la ruota ghiacciata che Ben muove alla fine della quarta stagione), le persone possono lasciare l’isola e ritrovarsi altrove.

Madre, temendo per il peggio, colpisce MIB e fa fuori l’intero villaggio di uomini in cui era andato ad abitare. Questo prova, ancora una volta, che Madre era un mostro di fumo nero.

MIB, arrabbiato, uccide Madre. Lei lo ringrazia. Probabilmente era la protettrice dell’isola da migliaia di anni ed era stanca. Prima di essere uccisa, però, cosa che chiaramente aveva previsto, Madre rende Jacob – tramite un rituale – il Protettore dell’Isola.

Che cos’è il Protettore dell’Isola?

Il Protettore dell’Isola è il guardiano della luce, del cuore dell’isola. Deve assicurarsi che nessuno la trovi e che nessuno la spenga. Solo un protettore può nominarne un altro.

I protettori che conosciamo sono: Madre, Jacob, Jack Shephard (per un giorno) e Hugo “Hurley”.

Il Protettore ha grandi poteri. È in grado, con un tocco o con una semplice chiacchierata, di portare le persone all’isola tramite le circostanze. È in grado di imporre delle regole (Madre, ad esempio, avevo imposto che Jacob e MIB non potessero mai uccidersi), ed è in grado di conferire la vita eterna (Jacob lo fa per Richard).

Che cos’è il mostro di fumo nero?

Jacob, scoprendo della morte di Madre, si vendica di MIB, gettandolo nella grotta, nel cuore dell’isola. MIB muore fisicamente, ma la sua essenza continua a vivere. Si trasforma in qualcosa di oscuro, una nuvola di fumo nero. Un mostro senziente. Inizialmente sembra quasi un meccanismo di difesa dell’isola, ma in realtà è semplicemente una persona. O almeno lo era.

Il mostro è in grado di assumere le sembianze delle persone morte. È in grado di mostrare ricordi e visioni alle persone che incontra.

Il mostro è praticamente invincibile. Ma ha dei punti deboli: da mostro non può attraversare il mare o grandi spazi d’acqua. Inoltre non può lasciare l’isola. È una regola. Non può neanche andare oltre le recinzioni sonar, in nessuna delle sue forme.

Jacob VS MIB

La storia si fonda su una partita tra la luce e l’oscurità. Anche se Jacob ha i suoi punti oscuri e MIB ha parecchie ragioni per essere arrabbiato. MIB vuole dimostrare a Jacob che tutte le persone sono corruttibili. Jacob vuole dimostrare a MIB esattamente il contrario, portando le persone sull’isola.

MIB, inoltre, vuole lasciare l’isola. A tutti i costi. Per farlo deve uccidere Jacob. Con un piano, che ha costruito attraverso i secoli, riesce ad usare le sembianze di John Locke per manipolare e conquistare.

E ce la fa quasi, a lasciare l’isola…

Perché i sopravvissuti dell’Oceanic 815 sono sull’isola?

Perché Jacob, il Protettore dell’Isola, ha scelto molti di loro. Sono Candidati. Persone che potrebbero diventare, potenzialmente, i prossimi Protettori dell’Isola. Ogni Candidato ha un numero.

MIB non può uccidere i Candidati, deve far sì che muoiano in altri modi e non per mano sua. Per questo, nell’episodio 6×14, fa del tutto per farli fuori in un sottomarino.

Un candidato può non essere più un candidato. La decisione spetta al Protettore dell’Isola. Kate era stata declassata, ma solo perché era diventata mamma di Aaron.

Che cos’è l’Isola? (6×09 Ab Aeterno)

L’isola è un tappo. Un contenitore. Mantiene il male e l’oscurità in trappola. Se questo tappo venisse tolto, il male, nella sua forma più pura, si diffonderebbe nel mondo.

Quel male, probabilmente, è rappresentato in parte da MIB. Il Mostro di fumo nero.

Pensavamo che il tappo fosse solo una metafora di Jacob, che spiega a Richard il tutto, ma in realtà è un tappo reale.

Il Tappo e La Luce

Nel cuore dell’isola – In fondo alla grotta in cui è contenuta quella luce, quell’energia – c’è un tappo. Un tappo costruito in tempi antichi, perché su di esso sono presenti geroglifici egiziani.

È impossibile raggiungere quel punto della grotta, perché la luce emette forti radiazioni e c’è un’altra concentrazione di magnetismo. Entrare vorrebbe dire trasformarsi – forse – in un altro mostro di fumo nero. O morire.

Ma c’è una scappatoia. Desmond, come ci ha dimostrato la serie, è speciale. Riesce a sopportare elevate quantità di magnetismo. È proprio lui a togliere il tappo.

Una volta tolto il tappo, la meravigliosa e calda luce, si spegne. Questo era il piano di MIB. Far spegnere la luce nel cuore dell’isola.

Ma MIB non ha mai pensato alle conseguenze. Sì, adesso lui può lasciare l’isola, perché a quanto pare una volta tolta la luce, le qualità sovrannaturali che infonde l’isola vengono meno, ma è diventato anche vulnerabile. Può morire.

Inoltre, senza la luce, l’isola inizia a sprofondare.

Jack Vs FarLocke (MIB)

Lo scontro tra Jack e MIB ferisce gravemente Jack. Ma Kate, che ha tenuto da parte una pallottola, uccide MIB (ormai umano e vulnerabile, a causa dello spegnimento della luce dell’isola).

Che cosa sarebbe successo se la luce dell’isola fosse rimasta spenta?

Probabilmente, l’isola sarebbe sprofondata e il male che conteneva si sarebbe diffuso nel resto del mondo. Siamo abbastanza certi che il mondo sarebbe finito.

La luce ritorna

Ma, per fortuna, Jack – da eroe qual è – sistema le cose. Il tappo è di nuovo al suo posto. La luce ritorna.

LA SPIEGAZIONE DEL FINALE

I flashsideways

Durante la sesta stagione, parallelamente alle vicende che seguiamo sull’isola, vediamo una nuova realtà sotto forma di quelli che sembrano i soliti flashback. L’isola è sommersa. Il volo Oceanic 815 atterra a Los Angeles come da programma. Jack ha un figlio ed era sposato con Juliet, Sawyer è un poliziotto, Kate è ancora una fuggitiva.

Mano a mano i protagonisti iniziano a ricordare l’isola e la loro vita reale.

Allora che cos’è quella realtà alternativa? Dove si trovano? Cosa sta succedendo?

Quella realtà è un posto che tutti loro hanno creato per andare avanti insieme dopo la morte. Come dice Christian Shephard, e qui è la chiave, nessuno muore da solo.

Queste persone hanno condiviso la parte più importante delle loro vite. Quindi hanno creato quella realtà, in cui Jack è sposato, in cui Sawyer è un poliziotto, in cui l’isola è sommersa, perché dovevano ritrovarsi dopo la morte e andare avanti insieme.

Dove andare avanti può assumere qualsiasi significato vogliate. Religioso o non. Trovare la pace insieme dopo la morte.

In quelle scene loro erano morti, sì. E stavano andando avanti insieme.

Sono tutti morti fin dall’inizio?

Assolutamente no. Quello che è successo sull’isola è tutto vero, è accaduto, erano tutti vivi (fino a quando non sono morti in diversi periodi delle loro vite). Jack muore nel finale di serie, dopo aver riacceso la luce dell’isola, vicino alle canne di bambù dove si era svegliato dopo lo schianto dell’Oceanic 815. Ma Kate, Sawyer, Claire, Miles… loro sono riusciti a scappare dall’isola con il volo Ajira. Probabilmente hanno vissuto le loro vite per anni dopo aver lasciato l’isola. Sono tornati a casa. E sono morti da anziani. Anche Hurley, Protettore dell’Isola, chissà magari avrà vissuto per centinaia di anni dopo la morte di Jack.

Semplicemente, si sono tutti aspettati nella realtà creata collettivamente dopo la morte (i flashsideways della stagione sei) per andare avanti insieme. Perché, ripetiamo, nessuno muore da solo. Ma con le persone con cui si condivide la parte più significativa della propria vita.

Abbiamo una prova del fatto che Kate, ad esempio, sia morta anni e anni dopo Jack.

Quando Kate finalmente ricorda quello che è successo sull’isola nella realtà alternativa creata dopo la morte, e quindi ricorda Jack, lei gli dice “Mi sei mancato così tanto”. Probabilmente non lo vedeva da tantissimi anni.

Quindi, ripetiamo: nella realtà alternativa che vediamo nella sesta stagione, tutti sono morti in diversi periodi delle loro vite. Jack nel finale quando salva tutti e muore vicino a Vincent, Kate, Claire, Sawyer etc… anni dopo, probabilmente di vecchiaia o altro, perché sono salvi e hanno lasciato l’isola. Anche Hurley, probabilmente ha vissuto per centinaia di anni.

Si sono tutti aspettati in questa realtà creata dopo la morte… per andare avanti insieme.

Dove andare avanti significa trovare la consapevolezza e la pace dopo la morte.

Perché si è creata confusione?

Negli end credits, quindi i titoli di coda, si decise di mondare come omaggio i rottami dell’Oceanic 815 sulla spiaggia. Questo creò un po’ di confusione in alcuni spettatori forse disattenti.

Ma ora, speriamo, conoscete il vero finale e il suo significato.

GLI ALTRI MISTERI

Consiglio: molti misteri minori trovano risposta in The New Man In Charge, uno speciale epilogo presente nei cofanetti della sesta stagione di Lost

Perché l’Oceanic 815 è precipitato?

Perché Desmond non ha inserito i numeri nel computer della Stazione Cigno, quindi la potente fonte di energia ed elettromagnetismo si è scatenata, facendo precipitare l’Oceanic 815, che si trovava nelle vicinanze dell’isola.

È anche abbastanza chiaro che il destino ha giocato la sua parte, considerando che Jacob voleva molte delle persone che erano sull’Oceanic 815 sull’isola.

Perché bisognava inserire i numeri nel computer della stazione Cigno?

Era in parte un esperimento psicologico ed in parte una questione di vita o di morte. Sì, il mondo sarebbe finito veramente senza l’inserimento dei numeri. Perché i numeri – e come conseguenza anche la chiave per il FAIL SAFE – permettevano ad un sistema di resettarsi e di impedire il rilascio di quella forma di energia che anni prima causò un incidente molto grave (che abbiamo visto nel finale della quinta stagione).

Il Mostro poteva essere chiamato?

Sì, c’era un meccanismo di richiamo. Ma ricordiamo che il Mostro (MIB) era senziente. Quindi probabilmente decideva lui se arrivare o meno.

Perché Ben non va avanti con tutti gli altri nel finale?

Perché sente di avere ancora dei peccati da espiare.

Chi c’era nella Cascina?

MIB che si fingeva Jacob.

Perché Desmond può viaggiare nel tempo?

La sua coscienza può farlo. Ma per restare stabile e non morire, deve avere una costante.

Perché i morti appaiono sull’isola?

In molti dei casi, si tratta di MIB.

Come ha fatto MIB ad uccidere Eko?

Probabilmente Eko non era più un candidato.

I Numeri

4 8 15 16 23 42. La cui somma dà 108. 108 i minuti entro i quali bisogna inserire i numeri nel computer della stazione Cigno di volta in volta. Sono i numeri con cui Hurley vince la lotteria. Sono presenti in tantissime scene di Lost. Su indirizzi, numeri di telefono, lo stesso volo Oceanic 815. Secondo il video della HANSO Foundation, i numeri rappresentano dei fattori dell’equazione di Valenzetti, che sarebbe in grado di predire quando il mondo finirà.

Cosa sono i bisbigli?

Sono i lamenti delle persone morte sull’isola o in prossimità dell’isola.

Chi sono gli altri?

Si definiscono i nativi dell’isola. C’è stata una grande faida tra Gli Altri e Quelli del progetto Dharma, faida terminata con The Purge. Un evento in cui i “nativi” hanno ucciso i membri della Dharma con un gas velenoso. Gli Altri si sono appropriati delle strutture della DHARMA.

Che cos’è una Costante?

Una costante è una persona, un oggetto o qualsiasi altra cosa che ti tiene fermo nel tempo. Un’ancora. Un qualcosa che non cambia nel corso degli anni, un qualcosa a cui puoi aggrapparti per non perderti nel tempo.

Perché l’Isola è così difficile da trovare?

Perché bisogna seguire determinate coordinate per arrivarci. Una rotta specifica. C’è una sorta di barriera, che può essere oltrepassata solo seguendo una determinata rotta. Questo è evidente dallo scarto di tempo tra l’isola e altri luoghi.

Inoltre, l’isola è in grado di muoversi attraverso il tempo, cambiando location a seconda delle esigenze. L’isola può essere spostata.

Che cos’è La Malattia?

Una strana condizione che colpisce l’anima. Sayid e Claire ne sono un chiaro esempio. Sembra sia collegata al Man In Black. Si diventa pazzi e non si è in grado di provare emozioni positive.

Non è chiaro se si possa guarire da questa malattia. Claire è diventata pazza, ma si è resa conto di cosa le stava succedendo alla fine e ha lasciato l’isola. Quindi è possibile che ci sia un modo di guarire.

Perché Richard non invecchia?

Perché Jacob, Protettore dell’Isola, gli ha conferito questo dono.

L’Isola ha poteri curativi?

Sì. Ma sono per determinate persone. Sembra che sia proprio l’isola a scegliere chi curare e chi no. Esempio: Locke può camminare di nuovo, Rose non ha più il cancro, mentre Ben non guarisce.

Perché c’era una nave in mezzo alla giungla?

La Black Pearl è arrivata nel mezzo della giungla a causa di una tempesta/tsunami

Perché la DHARMA era sull’Isola?

Per studiarne le incredibili qualità: a livello elettromagnetico, a livello medico, la flora e la fauna.

Cosa sono le stazioni DHARMA?

Varie stazioni sul territorio dell’isola (ma anche fuori, una è a Los Angeles), ognuna con un diverso scopo: studi psicologici, sociali, scientifici e di varia natura.

Perché c’era un orso polare sull’isola?

L’ha portato la DHARMA, per studiare gli effetti del territorio dell’isola su diverse specie.

Perché arrivava del cibo regolarmente?

Perché un magazzino della DHARMA, fuori dall’isola, aveva il compito di spedire cibo e rifornimenti e aveva tutte le coordinate dell’isola. Questo è successo fino a quando Ben, diventato il braccio destro di Hurley, non è andato al magazzino per interrompere questo ciclo.

 

  • Condividi l'articolo

Comments

comments