Mark Ruffalo difende Matt Bomer dopo le pesanti critiche ricevute per il casting in "Anything"

@LuigiToto|

mark-ruffalo-matt-bomer

Mark Ruffalo è sceso in campo per difendere la scelta di Matt Bomer nel ruolo principale nel suo film a tematica transgender “Anything.”

La scelta ha sollevato molte critiche sui social, principalmente dalla comunità transgender, la stessa Jamie Clayton di Sense8 aveva taggato Bomer in un post in cui lo incitava a parlare della questione e a fare qualcosa. Matt è stato riempito di insulti, il che è sempre sbagliato.

Il problema, secondo la comunità, è che non è stato scelto un vero attore trans.

Mark Ruffalo, responsabile del progetto, ha difeso la sua scelta sui social:

“Vi ascolto. E’ doloroso vedervi così dispiaciuti, ma sono felice che ci sia un dialogo, credo sia il momento giusto per farlo. In totale onestà, ho scelto Matt per l’esperienza che ho condiviso con lui in The Normal Heart…”

“Matt ha messo cuore e anima nel ruolo, per favore, mostrate un po’ di compassione”