The Vampire Diaries, Pretty Little Liars e Teen Wolf: la fine di un'era

LuigiToto|

Schermata 2016-08-30 alle 17.54.54

Nel 2017 si concluderanno tre show molto amati dai fandom internettiani: parliamo di The Vampire Diaries, Pretty Little Liars e Teen Wolf. Alcuni considerano questo avvenimento la fine di un’era.

Le tre serie non sono di certo tra le più acclamate dalla critica, anzi, sono show teen che hanno fondato il loro successo sul pubblico social. Ma sono storici perché sono stati tra i PRIMI a farlo.

The Vampire Diaries è partito nel 2009, Pretty Little Liars nel 2010 e Teen Wolf nel 2011. Nel 2009 Facebook prendeva piede, Twitter seguiva e la discussione social era ancora al minimo. Non abbiamo mai potuto discutere di Buffy quando andava in onda, di LOST, di The Sopranos, di tanti meravigliosi show, semplicemente perché non ne avevamo la possibilità: ai tempi erano più popolari forum o siti tematici.

Questi show teen hanno raggruppato un’incredibile gruppo di persone su internet ed hanno creato una discussione, non per niente sono sempre ai primi posti tra i più discussi sui social, Pretty Little Liars ha risultati monstre in questo campo. Sono le prime serie tv che abbiamo discusso, a larga scala, tutti insieme. Poi abbiamo iniziato a farlo con quelle di qualità, il pubblico è arrivato e si è allontanato dal commentare sui social solo quelle mainstream, vediamo il successo di perle come Breaking Bad sull’internet ad esempio.

Tra ship wars e teorie, specialmente se pensiamo a The Vampire Diaries e Pretty Little Liars, queste serie hanno creato i primi fandom social sulle serie tv. Sono iniziate in un periodo in cui la discussione, i likes, le condivisioni cominciavano solo a prendere piede. Sono iniziate quando su Facebook non esistevano ancora le immagini di copertina.

Li ricorderemo per questo, perché hanno creato i primi fandom social mainstream riguardo le serie tv. E sicuramente li ricorderemo con affetto tra qualche anno anche per altre, svariate, motivazioni.

Per ora possiamo solo salutarli e riflettere sulla fine della prima era di social discussione sulle serie tv.