Totorecensione: Scream Queens 2x01 - Il Ghosting e Buttiamola definitivamente in caciara

LuigiToto|

tumblr_odxesyyq9a1rrtu2go1_540

La scorsa stagione Scream Queens era forse il nuovo show più atteso della broadcast television, i ratings e le reazioni del pubblico non hanno premiato questa attesa e la reazione è stata decisamente polarizzante.

Scream Queens si ama o si odia, non c’è davvero una via di mezzo.

Non è per tutti, non perché sia uno show per persone con intelletto sopra la media – certo alcune quotes richiedono una certa conoscenza della pop culture e del cinema – ma perché è un genere horror campy che non è così mainstream come pensava Ryan Murphy quando ha concepito lo show.

Questa seconda stagione parte con una premessa praticamente identica alla stagione uno, la scena iniziale ci rimanda direttamente al teaser del pilot, cambia solo il setting e le persone coinvolte. Questo, per ora, è un punto un po’ a sfavore, sembra che si sia ripetuto lo stesso schema: flashback dal passato, qualcuno che cercherà vendetta, non ho percepito un cambio di rotta necessario rispetto alla premessa della season 1.

Ma andiamo step by step concentrandoci sulle novità:

SCREAM QUEEN GRACELESS: Grace non c’è più e MENO MALE. Doveva essere il personaggio in cui potevamo identificarci la scorsa stagione, doveva essere la voce della ragione, colei che aveva senso di esistere in un mondo che non aveva senso e invece si è rivelata un brufolo tra la chiappa e la gamba.

TAYLOR LAUTNER era “FORSE” hot nel 2009: mi è simpatico Taylor Lautner. Carino anche il contrappasso del corpo freddo rispetto al suo essere caldo in Twilight (è una punizione, vero?), ma non esageriamo con i commenti sul fatto che sia hot, perché ogni volta che lo vedo mi viene in mente questo:

alpaca

Che cosa ha fatto di male John Stamos per meritare un ruolo del genere in Scream Queens? McCreepy, potremo soprannominarlo. Scream Queens torna ad usare il cliché dell’incompetenza nel proprio mestiere, che mentre nella season 1 risultava simpatico con Denise, qui sembra inutilmente forzato.

E a proposito di Denise.

SHONDELL, se puoi sentirmi da quel parcheggio di Best Buy in paradiso, grazie per averci regalato Denise nella premiere:

Non ho apprezzato come la situazione “Hester” si sia risolta così facilmente. Nel finale della stagione 1 la vittoria del killer si era allontanata dal solito cliché del “vincono i buoni, vincono le final girls,” avevo davvero apprezzato l’originalità. Ma come sempre, Ryan Murphy è bravo a costruire una premessa ma quasi sempre pessimo nella risoluzione di essa. Si muove troppo velocemente senza dare le opportune spiegazioni ed anche se la scena risulta comica (Denise è meravigliosa) il tutto sembra lazy writing.

Jamie Lee Curtis A.K.A Dean Munsch è sempre meravigliosa, l’abbiamo lasciata con un certo spirito e l’abbiamo ritrovata nuovamente badass. Quello che mi sconvolge, ma neanche tanto, è come gli autori siano riusciti a dare un senso a questo cambio di setting senza sforzarsi troppo. Nel mondo di Scream Queens quello che è successo ha senso, qui c’è la forza vincente della storia e dello show: il suo essere assurdo… con cognizione di causa.

Le CHANEL sono risorte dalle proprie ceneri come le fenici… o Meredith Grey.

Le Chanel sono iconiche, così iconiche che sono davvero il cuore di questa serie, vederle dalle stelle alle stalle è davvero divertente, non solo perché ci regalano dei siparietti comici incredibili ma anche perché questo dà la possibilità allo show di esplorare nuove dinamiche.

Loro sono orribili, sono persone orribili, ma noi le amiamo proprio per questo.

Chanel #1 è da ringraziare solo perché mi regala le gif reactions della vita:

Un particolare appunto su Chanel #5: sbaglio o è meno sdruma-maroni in questa premiere?

Speriamo di non doverla salutare proprio qui, mentre stava quasi diventando simpatica.

THUMBS UP per:

  • Le citazioni ad Halloween II con protagonista Jamie Lee Curtis (iconico, un classico dell’horror).
  • La presa in giro di Making a Murderer, documentario Netflix. Vorrei davvero vederlo quello delle Chanels.
  • La strizzata d’occhio a Twilight
  • La citazione a Star Wars

– Il costume del nuovo killer:

tumblr_oe0azsgg141uhp4ejo1_540

Dark Comedy:

schermata-2016-09-24-alle-14-53-43

Nel corso della prima stagione, specialmente se consideriamo i primi episodi, Scream Queens era assurdo ma manteneva ancora uno spiraglio di quello che chiamiamo “senso della realtà,” la serie era assurda ma c’era un’ancora che la teneva – in modo molto faticoso – attraccata al nostro mondo. Gli autori quest’anno hanno deciso di togliere quell’ancora e di buttarla definitivamente in caciara. E va bene così.

Voto: 7.5

Ma alla fine, che cos’è il ghosting?

Passate dalla pagina SCREAM QUEENS ITALIA