V Wars: secondo Ian Somerhalder non è finita qui

@LuigiToto|

V Wars

Secondo Ian Somerhalder, V Wars potrebbe continuare. In un video condiviso sui social, l’attore ringrazia i fan, parla del momento difficile che tutti stiamo vivendo e assicura che V Wars è stato visto da milioni e milioni di telespettatori, assicura che lo show è stato una hit e che ha avuto successo. Ma è davvero così? Perché Netflix l’ha cancellato allora?

View this post on Instagram

In these strange and dark times that we find ourselves navigating , I just want to say thank you. Here’s an update on VWars from my silver bullet think pod. VWars is NOT DONE. There is life for Dr. Swann and this incredible story. The war is just beginning… Please SHARE this and spread the word, not the VIRUS. This was supposed to send last night but I think my internet went out…

A post shared by iansomerhalder (@iansomerhalder) on

Somerhalder lascia intendere che nuove storie verranno raccontate. Sicuramente non su Netflix, considerando che ha cancellato lo show. Ma che cosa intende allora l’attore di The Vampire Diaries?

Trama V Wars con Ian somerhalder

Di cosa parla la trama V Wars? Si tratta dell’adattamento dell’omonimo fumetto di Jonathan Maberry che vede Ian Somerhalder protagonista. Il suo ruolo nella serie soprannaturale è quello del Dottor Luther Swann, che viene a conoscenza dell’esistenza dei vampiri quando il suo migliore amico lo diventa. Michael Fayne, interpretato da Adrian Holmes, rimane vittima di una vera e propria malattia che lo trasforma e lo costringe a nutrirsi del sangue di altri esseri umani. Quella che il dottore deve affrontare è una vera e propria epidemia che si espande rapidamente facendo scivolare la società nel caos più totale. Al medico toccherà trovare una cura per salvare il suo caro amico, che nel mentre diventa il leader dei vampiri, e il resto del mondo.

#IoRestoInHome

LuigiToto.It partecipa all’iniziativa di Nexilia #RestaInHome. Di che cosa si tratta?

Anche da casa si può essere utili. È il messaggio che Nexilia vuole lanciare con la sua iniziativa solidale #RestoInHome, a favore di Croce Rossa Italiana. Nexilia – il network all-in-one che offre soluzioni digitali agli editori indipendenti – ha deciso di dare il suo contributo durante l’emergenza COVID-19, devolvendo tutte le revenue pubblicitarie generate nelle homepage dei siti del Network a Croce Rossa Italiana.