Daredevil: la seconda stagione ci porta ad un altro livello

@LuigiToto|

daredevil-season-2-faq-pic

Non sapevo cosa aspettarmi dalla seconda stagione di Daredevil. Avevo immensamente apprezzato la prima e di solito il “sophomore year” è sempre un po’ pericoloso per le serie che hanno avuto una prima stagione fantastica (Empire, sto guardando te).

Le serie Marvel di Netflix sono di un livello superiore sia tecnicamente parlando (quindi a livello di sceneggiatura, regia, musiche, interpretazioni) sia a livello di trama e di sviluppo delle storyline.

Questa seconda stagione di Daredevil sembra un GROSSO film di 13 ore. Forse è lo stile di Netflix, forse è fatto appositamente per il Binge Watcher, ma ciò che ho trovato meraviglioso è il fatto che questo secondo capitolo del diavolo in rosso, nonostante l’introduzione di due personaggioni come The Punisher ed Elektra (e quindi il rischio di buttarla in caciara alla Spider Man 3), sia stato molto eterogeneo. Sembrava – di fatti – un capitolo di una storia più lunga, come dovrebbe risultare una stagione di un telefilm.

Daredevil è una serie abbastanza oscura per il mondo Marvel, è un po’ lontana dal MCU (Marvel Cinematic Universe) sembra avere un’altra anima, la stessa di Jessica Jones. Paradossalmente Agents of SHIELD ed Agent Carter sono molto più vicine al vibe di Iron Man o Thor o Captain America e The Avengers, insomma a tutta la catena di film Marvel che portano alle varie fasi.

Daredevil è nato dalla costola dark di questo universo. Ed amo ogni secondo.

Questa seconda stagione ha funzionato di più a livello narrativo grazie a dei cliffhanger e dei momenti “O EM GI” che ti portavano, ti conducevano direttamente nell’episodio successivo, vi confesso che durante la prima – seppur un gioiellino – non avevo tutta questa voglia di guardare SUBITO l’episodio successivo, questo pacco di episodi invece me lo sono sparato in pochissimo tempo, anche perché avevo fatto preoccupare un attimino Netflix:

Schermata 03-2457469 alle 13.55.55

La forza della seconda stagione di Daredevil è soprattutto nell’arco di The Punisher e nell’esplorazione della tematica di “come si dovrebbe fare giustizia”

In un interessante dualismo con Matt e Frank al centro del palco, lo show prova ad interrogarsi su questo mettendo anche qualche volta in difficoltà il suo protagonista.

E a questo proposito, Frank Castle alcune volte riesce addirittura a brillare più di Matt. Il suo monologo meraviglioso al cimitero mi ha toccato profondamente, sicuramente uno dei migliori momenti di sceneggiatura della serie.

10325723_10209061223751722_8283408549060344317_n

Charlie Cox è un protagonista meraviglioso, espressivo e riesce a farmi provare ciò che prova il protagonista e questo non è scontato né facile da trovare.

10612717_10209063621611667_3109283755819222488_n

Con Elektra secondo me gli autori sono un po’ caduti nel cliché della donna forte, combattiva e seduttrice, esotica. Mi sarebbe piaciuto vedere un twist. E mentre il suo personaggio mi è piaciuto, ho avuto spesso qualche dubbio riguardo l’amarla al 100%.

Schermata 03-2457469 alle 14.14.32

In questa stagione ci buttiamo anche di più nel panorama ship, tra Matt e Karen (che adoro), Matt ed Elektra e addirittura qualche dubbio su Karen e Frank. Secondo me non è un male, se una serie deve rispecchiare la realtà, nella vita di tutti i giorni l’amore esiste. Ho adorato le scene tra Karen e Matt, ma mi sono abbastanza emozionato e ho sentito “brividi shipposi” anche per Karen e il nostro punisher.

Le scene di lotta, insieme a quelle di Banshee, sono tra le migliori nel panorama seriale, egregiamente coreografate, mentre il nostro protagonista combatte… senti il fiatone tu. Ditemi che non vi è successo!

La scena delle scale e del corridoio è stata una degna figlia della famosa Hallway Scene della season 1.

Una stagione 2 più umana, più dedita nell’esplorare la psicologia e le caratterizzazioni dei suoi personaggi, Frank è stato un punto alto così come la voglia di esplorare di più anche il lato romantico della storia. Per quanto i cliffhanger e l’evoluzione delle storyline, abbiamo un ritmo più forte della stagione 1, serrato, da binge-watching. Mischiando elementi che l’hanno reso forte durante la prima stagione e aggiungendone di nuovi che hanno reso la season 2 ancora più bella, Daredevil è davvero su un nuovo livello.

Voto: 8,5