Recensione di Daniele: Grey’s Anatomy 12×18 There’s A Fine, Fine Line / 12×19 I’m Fine Ma (I’m Only Bleeding)

LuigiToto|

Doppio episodio di Grey’s Anatomy.

Doppie emozioni.

Doppie catastrofi.

Doppi incazzamenti.

Un doppio episodio di Grey’s Anatomy è come un doppio caffè: non può che farti bene.

Perciò sono agguerritissimo e pronto a massacrare senza pietà le due mele marce di questo 2 hour special episode.

  • Ben

Quando ho visto Ben che correva tra i corridoi dell’ospedale con un feto insanguinato tra le mani, pensavo fossimo in un qualche tipo di Hunger Games della chirurgia.

Forse Ben pensava di stare facendo la prova leader della settimana, perchè lui leader ci si sente eccome, e se arrivava primo in questa corsa ad ostacoli in cui dovevi star attento a non far cadere il feto, vinceva l’immunità e poteva far la sua nomination in Palapa.

Già la sentivo la voce di Roberto Cenci che dagli interfoni dell’ospedale urlava: “entrate, entrate..” e Alessia Marcuzzi che dallo studio in preda al panico diceva: “Alvin, Alvin, Ben mi sembra in difficoltà… Alviiiiin”

Tra Mara Venier e Alex Karev è partita la sfida alla: “vediamo chi di noi si alza per primo a soccorrere”.

Insomma Ben, hai fatto un casino.

Era dai tempi del parto cesareo di Bella Swan in Breaking Dawn che non vedevamo una mamma macellata in quel modo.

C’era più sangue che aria in quei corridoi che se solo Penny666 si fosse trovata di passaggio, avrebbe messo su il costume pensando di trovarsi in una delle terme di casa sua: l’Inferno.

Diciamo che io un’idea su Ben me l’ero fatta già dall’episodio in cui apre un paziente con un fermacarte in corridoio, come fosse Owen Hunt in Afghanistan:

Ben se lo sente caldo, solo lui ce l’ha d’oro, in poche parola sta a fa er brillante.

Il successo, dettato dalla pura fortuna del principiante di quell’episodio, gli ha dato alla testa.

Si è sentito un supereroe, ha già chiamato la sartoria per farsi fare una tutina aderente che gli evidenziasse il pacco.

La mattina si guarda allo specchio e si sente Mr President.

Ma il punto Ben è che tu:

Ho aspettato le parole del Grande Saggio per avere conferma.

Quando Richard dice alla Bailey che Ben è affetto da un “eccesso di arroganza” ho capito che ero sulla strada giusta.

Ben sta facendo lo splendido, e gli spavaldi, i qua qua ra qua, vanno messi alla gogna.

Dite quello che volete, MA I FILMATI CI SONO, LA REDAZIONE LO SA, Ben ha visto le porte di quell’ascensore aprirsi.

È una prova schiacciante quel filmato, come Gianni quando entra in studio con i messaggi sul telefono.

Una verità incontrovertibile.

E ho amato Meredith Grey che seduta in giuria come Maria sugli scalini gli diceva: “non mentire che è meglio, abbiamo l’RWM”

E lui imperterrito:

“Ma io non ho visto le porte aprirsi”

Infatti Ben, come qualsiasi corteggiatore scoperto a mentire, viene invitato a lasciare la trasmissione… per 6 mesi.

Parliamo un attimo della Bailey che ho apprezzato tantissimo in questo episodio.

Chi fa soffrire la Bailey è automaticamente sulla mia lista nera.

Mi è piaciuto che lei abbia nominato un Comitato speciale per decidere il destino di Ben, visto che sapeva di essere troppo coinvolta nella situazione da risultare non parziale nel giudizio.

L’ho stimata tantissimo quando, nonostante la Giuria di Qualità (che Morgan, Oxa, Bertè levateve) abbia assolto Ben, lei gli abbia comunque dato 6 mesi di sospensione.

E lui nonostante tutto, senza nemmeno stare zitto per il senso di colpa (d’altronde ha solo ammazzato una donna e suo figlio e lasciato un marito vedovo e dei figli mezzi orfani), premeva sul trattamento speciale in quanto marito del capo.

Nella 6×06 April Kepner venne licenziate per una cosa simile, tornò alla fattoria a spalare merda e a dar da mangiare ai cavalli.

Tu devi fare il mammo per 6 mesi in una casa extra lusso e ti lamenti pure?!

Ma tu ti meritavi di essere licenziato e di tagliare carne solo in macelleria, non in ospedale.

E questa come punizione da specializzando.

Come è toccato alla Kepner.

Da marito del capo ti meritavi il jingle di apertura dell’ascensore impostato come suoneria del telefono per chiamate, messaggi, whatsapp, notifiche IG, Fb, Twitter, Mail, come suono d’avviso del forno, microonde, macchina per i waffles, sveglia.

Poi vedevi se osavi ripetere: “non l’ho sentito”.

Hai voluto fare lo splendido?

  • Callie, Penny, Sofia, Arizona… l’anima di Mark Sloan che impreca dal Paradiso.

Si avvera la prima previsione di cui vi parlavo settimana scorsa: Callie sarebbe andata con Penny a NY e Arizona le avrebbe fatto causa per la custodia di Sofia.





Sia chiaro, qui la colpa è solo sua.

Penny per una volta nella vita, non c’entra nulla.

Non sarebbe stata Callie Torres se non se ne fosse uscita con una sparata del genere.

Perchè lei nelle relazioni si getta tanto quanto Meredith Grey se ne tiene alla larga.

È sempre stata così in amore, sin da quando l’abbiamo conosciuta nella lontana s2.

Tutta la sua vita, tutto il suo essere, è guidato da un valore per lei sacro:

Lo sappiamo C, lo sappiamo.

E va bene, non possiamo fartene una colpa.

Ognuno è libero di vivere la propria vita con i valori che crede.

Ma qual è il problema, allora?

Il punto Callie, è che non hai più 30 anni.

Sei una donna abbastanza vissuta e matura da capire che se vuoi, puoi stravolgere la tua esistenza in nome della figa, ripeto, ognuno è libero di fare ciò che vuole, ma non puoi prendere decisioni del genere se queste ricadono inconsapevolmente su chi ti circonda.

Non puoi tu, donna e madre prendere la vita di una bambina, in un momento così critico della crescita poi e sradicarla dal suo ambiente, dai suoi affetti, dai suoi amici, dalla sua quotidianità, dalla sua famiglia e sbatterla dall’altro lato del paese per puro egoismo.

Perchè è di questo che si tratta.

Trasferirsi non è una necessità, non è un bisogno primario, non è una decisione estrema da prendere per garantire a te e tua figlia un futuro migliore.

Lo stai facendo solo per continuare a lecca-… dai sul serio devo anche scriverlo il motivo?

Puoi mettere la tua vita in una valigia e andartene, ma hai una figlia e una ex moglie che devono aver voce in capitolo.

Di nuovo Callie non ascolta ciò che Arizona ha da dire, prende decisioni per lei come fossimo ancora bloccati nella 11×05 con la faccenda del divorzio.

Doveva parlarne con Arizona, prendere una decisione con lei, per il bene della loro figlia, non metterla al corrente della situazione a conti fatti.

È stato proprio un voler sminuire la bionda, farla sentire una baby sitter che ogni tanto tiene Sofia così Callie è libera di provare il kamasutra delle lesbiche con Penny.

Ma Arizona non è una baby sitter, è la madre di Sofia, tanto quanto lo è Callie.

Callie: “Sono solo 6 ore di viaggio, puoi venire a vederla tutti i week end”

È una cosa che odio della Torres, quella di buttare legame decennali all’aria sempre in nome della patata.

Questa situazione è analoga a ciò che avvenne nella 12×05 alla famosa Cena con Giuda.

Dove Callie prende DA SUBITO le parti di Penny sputando sul rapporto di amicizia che la univa a Derek, a Meredith.

E nella Dream House ci aveva vissuto anche lei fino a poco tempo prima.

Inorridisco di fronte a ste cose.

La lealtà e il rispetto vengono prima di tutto.

Prima della figa.

Prima dell’ultima arrivata nella tua vita per la quale sei pronta a stravolgere non solo la tua esistenza ma anche quella di altre persone che sono con te da anni.

Che ti hanno vista crescere, che ti hanno aiutato nei momenti difficili, persone con le quali hai condiviso un’esistenza, un legame tanto forte da sfociare in un matrimonio.

O persone verso le quali hai responsabilità come Sofia, dove il suo bene deve venire prima del tuo, non essere calpestato dal tuo egoismo di donna.

È una cosa vergognosa Callie Torres, ti condanniamo alla Walk of Shame:
13043271_1709826719302731_1520686167747768059_n

Perchè in questa situazione assurda non posso che essere #TeamArizona.

Sono felice che abbia deciso di lottare per sé e per sua figlia, di far sentire la sua voce.

Se penso a tutto il percorso passato: a lei che non voleva una figlia, a lei che chiede di essere riconosciuta legalmente come madre di Sofia per avere voce in capitolo in caso di necessità (come sta succedendo) e ora a lei che lotta per tenersela in quanto quella è anche sua figlia, non posso che essere commosso.

È il genere di percorso naturale e umano che amo vedere svilupparsi nelle serie tv.

See you in court, Callie Torres.

  • Owen Hunt

C’è qualcuno che ormai detesto più di Ben e Callie questa settimana, e quel qualcuno è Owen Hunt.

Appena apre bocca sono subito così:

Non voglio più sentirlo, con questa storia della rivalità con Riggs ha rotto le palle.

Sta facendo i capricci come gli adolescenti a liceo, quando vogliono che il gruppo odi e sia ostile con l’ultimo arrivato solo perchè non può tollerarlo.

Ormai è completamente andato, non distingue più tra vita privata e professionale.

Quanto ho goduto quando Maggie gli dice: “rimettitelo nei pantaloni” perchè Owen voleva iniziare un inutile caccia alle streghe con Nathan, allontanando le accuse dal vero assassino dell’episodio: Ben.

Ma poi Owen, veramente vogliamo giocare a chi è più cattivo sputtanando gli altri?

Facciamolo allora.

Hai accoltellato maiali.

Strangolato la Yang.

Ucciso Mark.

Lexie.

Amputato una gamba ad Arizona.

Lasciato che il GSMH venisse acquistato dalla compagnia di Sailor Moon e il Mistero dei Sogni.

Continuiamo?

Ma #TeamRiggs tutta la vita, proprio.

Già mi piaceva dall’inizio perchè era l’outsider misterioso, tormentato e schifato dal gruppo, e io ho proprio empatia per questo genere di persone, per di più continui a massacrarlo e non fai altro che farmelo adorare di più.

Perciò continua dai, il pubblico ti verrà contro.

Conclusione:

  • Che bello vedere Arizona ed April di nuovo unite.

Quando questi rapporti tra persone si rompono in GA, ci andiamo di mezzo noi come i bambini durante un divorzio.

O come Sofia in mano a Callie.

  • Vi avevo anticipato che alla fine, nella questione Japril, avrebbe vinto il #TeamCullaColFiocco.

Sembra esserci una tregua.

  • Avete visto che Mer ci è rimasta male perchè Nathan non le ha detto tutta la verità?Ci tiene ragazzi, le importa abbastanza da sentirsi così.Non perchè lui le piaccia o sia già innamorata, ma solo perchè quando ne parlarono in quel famoso episodio dopo la scena in ascensore (quello con Katie Bryce), tra loro si era creato un minimo legame di stima e fiducia.

Un tacito accordo tra i due che ha portato Mer nello scorso episodio a prendere le parti di Nathan con Owen.

Tra l’altro, credo proprio che Maggie parlerà a Mer di ciò che Riggs le ha detto fuori dall’ospedale.

Ma Shonda solo sa, quanto vorrei che fosse lui a farlo.

O che per lo meno tornassero da soli sull’argomento.

E avete notato che Mer parla senza esitazioni del segreto tra Owen e Nathan a Maggie ed Amelia?

È un grandissimo passo avanti dal Winter Finale, dove lei non voleva nemmeno accennare la discussione con Amelia.

Si fida di loro, sono un circolo un chiuso.

Sono le Halliwell e le sorelle non hanno segreti.

Sono le sue Cristina Yang.

E restando in tema di sorelle e cosa da notare…

Amelia è l’unica che le dice “Mer” quando la Grey esce dalla stanza in cui stavano aspettando di staccare la spina a quel paziente.

Perchè sa che Meredith Grey aveva una 11×21 negli occhi in quel momento.

Sono questi dettagli che mi spappolano il cuore.

  • Owen spero che Amelia non te la dia per le prossime due stagioni.
  • Penny mi è piaciuta in questo episodio.È affascinante questa sua lotta tra sangue angelico e sangue demoniaco che è in lei.In questo episodio ha avuto meglio la sua natura benevola.
  • Bella la costruzione di episodio della 12×18, questo apprendere le cose a ritroso fino alla causa prima.“Quando guardiamo indietro vediamo tutto più chiaramente” tranne se siamo in HTGAWM, dove i flashback servono solo a farci venire più dubbi, madonne e mal di testa.
  • C’è un quesito che mi tormenta e che voglio sottoporvi.Perchè in ogni storia in cui i genitori muoiono, i bambini sono i primi a saperlo e a prenderla meglio degli adulti?

Insomma, non vi fa rabbrividire questo stoicismo con cui in questa serie ogni bambino che apprende la morte del genitore non fa una scenata, non crolla, non piange, non perde il controllo?

Parla e affronta la situazione da duro, da adulto, da Meredith Grey.

Con quella calma innaturale che ha del sinistro.

Pensate che sia una cosa voluta da Shonda?

Non so, tipo un messaggio di forza, coraggio che vuole lanciare a tutti i bambini\ragazzi rimasti orfani?

Un po’ come ha voluto fare con questa stagione per le donne che hanno perso un marito in guerra, con la storyline di Meredith dopo Derek.

Perchè a partire da Meredith con sua madre che tenta il suicidio da piccola, passando per Derek che protegge Amelia durante la sparatoria al padre, a Cristina durante la morte di suo padre per strada e qualsiasi altro bambino coinvolto in una faccenda simile in questa serie.. tutto fa pensare a questo.

O forse i bambini sanno gestire un lutto meglio di noi adulti che invece siamo tutti dei Clark inside.

Voto: 6,5

PASSATE TUTTI DALLA PAGINA ITALIANA MEREDITH & DEREK, SEMPRE AGGIORNATISSIMA SU TUTTO CIO’ CHE RIGUARDA GREY’S ANATOMY

PER NON PERDERE NEANCHE UNA NOTIZIA, DIVENTATE FAN DELLA NOSTRA PAGINA CLICCANDO QUI