Recensione di Daniele – Grey’s Anatomy 13×02 Catastrophe and the Cure

@DanieleEdo|

Se avete avuto una settimana di merda, sono qui a tirarvi su di morale dicendovi due semplici parole: Maggie Pierce.

Nessuno e ripeto, nessuno può aver avuto una settimana da schifo quanto la sua.

E qui scatterebbe subito l’empatia, la voglia di comprarle una scatola di biscotti o un fazzoletto nuovo per farla felice, per consolarla, dirle che tanto il bacon fa male perchè ostruisce le arterie, proviamo con un salame più salutare, se non fosse per il fatto che questa ragazza semplicemente non ce la fa a farcela.

In questo episodio abbiamo ridefinito il concetto di disagio. Da oggi non diremo più: “che disagio” ma: “Mamma che Pierce”, “Che MEGGHI” tanto so sinonimi.

Maggie Pierce è qui a insegnarci quanto può essere vasto il disagio…. e quanto può essere divertente agli occhi altrui.

Perchè diciamocelo chiaramente, non nascondiamoci dietro un falso perbenismo, sulla sfiga di Maggie abbiamo riso tutti.

In questo episodio l’abbiamo vista ridicolizzarsi, cadere in basso, diventare il giullare del GSMH e noi lì rapiti a guardare come abbiamo fatto con Valeria Marini che in diretta davanti a milioni di italiani sputa nel bicchiere e per nascondere la bava e la figura di merda urla subito: “BACI STELLARI”.

Non è solo Amelia:

1bl4hy

…. non è solo la vita, non sono solo le situazioni create a percularla, ma pure i sogni.

Quante probabilità c’erano di fare sogni erotici su Nathan Riggs, proprio IN UN PARCHEGGIO?

Lì che è il tempio sacro della canonizzazione dei Merthan, lì che ogni mattina quando Meredith parcheggia e Maggie le parla di Riggs pensa: “nemmeno te ‘o dico quale parte di lui ha toccato quel sedile sul quale sei seduta”, lì che ogni sera Nathan accende un cero, anzi 4, in segno di fede e speranza nel ripetere la 12×23 al più presto.

Non so se persino la sua parte inconscia shippa Merthan e si diverte a farle sti tiri o invece sono messaggi subliminali mal interpretati.

Ciò che è certo è che non ricordo una situazione così disagiata in Grey’s Anatomy prima d’ora e devo dire.. che non mi dispiace.

Si, perchè questo “triangolo” poteva risultare banale o scontato, un ostacolo inutile nel percorso di Mer e Nathan e invece devo dire che lo stanno davvero sviluppando bene.

Ci intrattengono, ci fanno divertire, siamo lì che twittiamo gif di Tina Cipollari a Maggie in cui le diciamo cose come: “lui proprio non ti pensa”, “ma come te lo deve dire che non ti vuole” ma niente, lei imperterrita continua a mostrarci che due cose sono infinite a questo mondo: le sfighe di Meredith Grey e la vastità del disagio.


Interessante la dinamica proposta che va al di la del: “lei vuole lui, lui vuole sua sorella”.

Abbiamo 3 persone coinvolte, ognuna con i propri motivi e interessi diversi dall’altro. E questo vortice di segreti e situazioni imbarazzanti sfuggono sempre di più al loro controllo e noi siamo qui ad attendere eccitati che questa situazione esploda.

Analizziamoli insieme.

  • Meredith: per quanto ci piaccia pensare che le scelte di Mer in questo episodio siano dettate solo ed esclusivamente dalla gelosia, la realtà è ben diversa. Mer sta agendo solo ed esclusivamente in funzione di Maggie. Vuole preservarla, evitare che si schianti a 100km\h in questo tunnel buio e senza uscita in cui si è lanciata. Spera che Maggie ci arrivi da sola perchè non può parlarle lei. Non può dirle: “ho fatto sesso con Riggs” dopo che Maggie nello scorso episodio ha fatto delle bugie e della lealtà una questione di vita o di morte. Non può dirlo perchè la situazione le è sfuggita di mano e parlarne adesso significherebbe ferire brutalmente Maggie e perderla per sempre.

Con il suo atteggiamento, con quel: “non mentirmi mai più perchè per te sono disposta a morire, ma se mi tradisci me ne vado di casa…” Maggie ha proprio imprigionato Meredith in questa assurda vicenda, l’ha resa vittima di questa situazione in cui mai si sarebbe aspettata di trovarsi.

Accetta di andare a quella cena solo quando Maggie si auto invita, per poter parlare con Riggs e dirgli di rifiutare gentilmente l’invito di lei.

Va a quella cena perchè in fin dei conti, Meredith sa ciò che (o dovrei dire chi) Riggs vuole ma non lo conosce e non sa che tipo di persona è.

È come lei?
O è uno che a Maggie avrebbe detto la cruda e semplice verità: “non sono interessato a te perchè mi scopo tua sorella”.

È proprio questo che Mer temeva e ha voluto evitare andando a quella cena.

Tuttavia, nonostante questa situazione disperata, c’è una parte di Meredith che è grata di questo diversivo\ostacolo chiamato Maggie Pierce.

Finché c’è Maggie non deve preoccuparsi di affrontare qualcosa di più brutto e spaventoso: il confronto con se stessa.

Per ora continua a raccontarsi bugie, a convincersi che tenere Riggs alla larga è la giusta scelta per non ferire Maggie.
Che va bene così.

Che non c’è niente di cui valga la pena preoccuparsi.

Non c’è alcun sentimento\sensazione in ballo.

Ma poi Nathan le parla e lei nemmeno si accorge di cambiare totalmente atteggiamento, nemmeno si accorge del modo in cui gli sorride o della postura del suo corpo che cambia adattandosi a lui.

Ed è in quel momento che la vedova Grey morta dentro sparisce per far uscire fuori Meredith, la ragazza in un bar.

Perchè il bello di Meredith & Nathan insieme è proprio questo: lui le fa dimenticare e ci fa dimenticare 10 anni di show passati tra dramma, sofferenze, perdite e morti. Lui tira fuori quella parte di lei che non vedevamo da anni, quella della ragazza solitaria ma che ancora ha dei motivi per sorridere alla vita.

Ed insieme funzionano per questo, perchè ti mostrano realmente quanto bello ed emozionante può essere un nuovo inizio.

E Meredith lo sa.
Ma per ora ha Maggie e non deve preoccuparsi di dare un senso a queste sensazioni e può continuare a ripetere a Riggs che le parla di questo ‘qualcosa’ tra loro:


Nathan:
Chi è Nathan Riggs?

Ce lo chiediamo da quando è apparso lo scorso anno. Mi piace che questo alone di mistero cadrà a poco a poco in questa stagione e noi scopriremo veramente chi è questo personaggio.
Per ora possiamo già azzardare un’ipotesi.
È un bravo ragazzo.

Perchè Riggs avrebbe potuto benissimo accettare l’invito di Maggie solo per provocare Meredith, per lanciarle un messaggio, per dirle: “fai la tua prossima mossa”, per sfidarla in questo senso.
Ma sarebbe stato scorretto nei confronti di Maggie.

E il fatto che lui la rifiuta da subito, senza giri di parole ci dice anche che è una persona corretta e determinata ad ottenere ciò che vuole.

In quel parcheggio con Maggie, l’ho proprio sentita la presenza di Meredith nelle sue parole, ed è in quel momento che ho capito che i Merthan per me sono già OTP perchè non è stata tanto la scena a cena Omelia a farmeli shippare, ma quella in corridoio quando lei vede lui e lo evita e quella nel parcheggio, quando lui friendzona o baconzona MEGGHI ed è chiaro a chi lui stesse pensando in quel momento.

Ormai con loro sono proprio ai livelli di:

“Anche quando non interagite nello stesso posto, io mi giro a shipparvi.” – semicit.

Lui è totalmente accecato da Meredith e ormai mi sembra palese come cosa.
Ed è anche chiaro che non è una faccenda di sesso, ma lui vuole proprio costruire un legame con lei.

E questa cosa mi piace perchè sappiamo che anche lui ha avuto una solo storia importante nella sua vita con questa Megan (che appena torna prenderà il posto di Maggie in cima alla nostra black list) e dopo il nulla. Ed è bello vedere che adesso lui ha voglia di ricominciare qualcosa con Meredith che è stata l’unica a fare la differenza.
Ps. possiamo per un attimo parlare dello sguardo orgoglioso che Alex lancia a Meredith quando Maggie dice loro di essere stata rifiutata da Riggs?

Era proprio uno sguardo alla: “ Che t’aspettavi, Maggie? ONCE YOU GO MEREDITH GREY, YOU NEVER FEEL AT THE SAME WAY.”
A prova del fatto che Alex conosce la situazione da 5 minuti, ma ha già capito che quella tra Mer e Riggs è una cosa alla: “più cancelli e più ti resta il segno.”

  • Maggie: Vediamo una diapositiva di Maggie in questo episodio ogni volta che incrociava Nathan Riggs:

Però una cosa buona l’ha detta e l’ha capita.
A Riggs serve più tempo.
Si, ma solo per capire come fare a ri-trombarsi sua sorella.

  • Alex

Se la passa da schifo anche Alex.
Non è solo per quanto riguarda la faccenda in tribunale, la condanna che rischia e tutto ciò che c’è in ballo, ma parlo del fatto che è stato retrocesso a lavoro.

Gli hanno tolto l’ultimo motivo che aveva per restare in piedi, per combattere.
L’unica gioia che gli era rimasta.

Fare il suo lavoro, fare quello che ama.
Avere qualcosa in cui credere, qualcosa che mantenga vivo il suo credo di persona.

La prova di grande maturità e crescita di questo personaggio arriva anche questa settimana, quando accetta senza polemiche la decisione della Bailey e resta comunque a lottare anche se sente di aver totalmente fallito.

Non crede più in se stesso, non ha chi vorrebbe dalla sua parte a sostenerlo, ha letteralmente perso quasi tutto, ma resta in piedi unendo quel poco che gli rimane.

Per fortuna la Bailey gli ha comunicato che lavorerà per l’ambulatorio dopo che lui si era dichiarato “non colpevole” davanti al giudice, perchè se avesse saputo di dover lavorare per l’ex morto della sua ex scomparsa, è un attimo che avrebbe preferito farsi 15 anni di carcere.

Ci avevano promesso un ritorno alle origini in questa stagione, ma non pensavo lo prendessero così alla lettera.
Siamo andati a riesumare il cadavere di Danny Duquette.

Ps. Ma se ripeti “Danny Duquette” 3 volte davanti allo specchio con Chasing Cars in sottofondo, appare Izzie Stevens?

  • Jo

Dall’altra parte abbiamo Jo che vive la stessa identica situazione.

Almeno Alex ha Meredith, lei Stephanie Edwards che fa domanda del tipo: “vuoi che resti con te?”.

Non lo so, fai un po’ tu.
Tanto di screentime ce ne hai così tanto da permetterti pure di andartene a fare la protagonista da un’altra parte.

#AmicheDiMerda

Mi ha commosso l’invito di Amelia per Jo, il fatto che abbia voluto offrire a questa ragazza adesso odiata peggio di prima, una casa, delle persone, qualcuno su cui contare anche solo per una sera.

Mi piace che Jo tenga i suoi pensieri per sé, che a Meredith menta dicendo che è andata in aula solo per quello che Alex ha fatto a De Luca e non per Alex.

Sappiamo che non è vero.

Alex lo sa.
Ma Maria ci insegna con Temptation Island che quando c’è un falò tra una coppia, non può che finire a schifo.

Jo ha voluto ferire Alex come lui ha ferito lei nello scorso episodio.

Volevo questo.
Volevo che Jo prendesse una dura posizione, che non lo perdonasse subito, che facesse un po’ il suo percorso separata da lui.
Che capisse e imparasse ad amare di più se stessa e non che tornasse subito ad annullarsi in questa relazione in cui è stata per molto tempo al secondo posto.

Dopo Meredith.
Dopo persino Izzie.

Questa rottura è quello che serviva a rimescolare le carte Jolex in tavola, a ravvivare la loro storyline di coppia.

E sopratutto questa è l’occasione per conoscere Jo.
È quella che Alex ha scelto ed è vergognoso che non sappiamo nulla di lei. Alex è con noi da 10 anni, tutto ciò che riguarda la sua vita, le sue scelte, deve essere una priorità per noi spettatori.

Quindi adesso è il momento di ridurre la parola “Jolex” a “Jo”.

Iconica e catartica la scena tra lei e la paziente col tumore, quando la donna le dice che non è stato il tumore a farla svegliare, a farla incazzare, ma la rabbia.

È questo un altro tassello nel percorso che Jo intraprenderà in questa stagione.
Il solo fatto di restare a Seattle e non fuggire nel cuore della notte, di mantenere il suo segreto senza dirlo a nessuno, quando sarebbe bastato solo farlo sapere in giro per passare subito da: “adultera” a “vittima” rende questa ragazza sempre più Donna.

  • Conclusione:

Io vivo in attesa del momento in cui Owen scoprirà di Meredith & Nathan. In questo episodio, con Amelia che invita Nate a cena e Owen che invita Mer per tenerlo occupato dicendole proprio: “al matrimonio andavate così d’accordo” abbiamo sfiorato l’epicità.

Ci hanno proprio voluto ricordare tutta la faccenda dello scorso anno. Le liti, gli schieramenti in #TeamOwen vs #TeamRiggs. Non vedo l’ora che riprendano questa storyline in sospeso.


Owen è il capitano di questa ship sin dall’inizio, da quando ha detto a Mer: “stai alla larga da lui che è pericoloso e mette pure le corna” e Mer il giorno dopo era lì da Nathan a chiedergli: “chi è questa Megan?”.

Le ha proprio servito la sfida, il rompicapo che cercava su un piatto d’argento.

Magari senza Owen Hunt non avremmo mai avuto tutta quella rabbia e quella tensione sessuale nella s12 tra quei due.

Nah, certe cose non si possono evitare.
Era destino.
Owen ha reso solo il godimento più eccitante.

– Weber e la Bailey si riconfermano il miglior duo comico del mondo. Ma che ne sanno quelli di Colorado che si definiscono “comici”.
Amo i loro siparietti e li pretendo in ogni episodio.

  • La frase più romantica dell’episodio resta quella che Jake dice ad April quando lei dice di non potersi permettere una tata: “Ma io si, sono ricco sfondato”.
    Ciao, Mr. Grey.
  • De Luca e Maggie sono proprio OTP.
    Due esaltati disagiati, due esasperati, due drama queens.Quando Mer parla a DeLuca nell’ascensore, lui ha proprio una reazione da MEGGHI.
    Mancava solo che dicesse alla Grey: “È perchè sono italiano? Vuoi chiamarmi Terrone? Vuoi controllare il mio permesso di soggiorno? Brutta simpatizzante di Donald Trump”.

Solo un’ultima frase: SETTIMANA PROSSIMA TORNA ARIZONA ROBBINS.

Voto: 7+

Passate sulla pagina Meredith e Derek

Passate sulla pagina Meredith & Nathan Source