Recensione di Daniele: Once Upon A Time 5x19 Sisters

LuigiToto|

Hi Oncers,

parliamoci chiaro, possiamo redimere chiunque in questa serie: dai nani malefici che lavorano a nero nelle miniere senza pagare le tasse, da Granny che usa solo ed esclusivamente prodotti con olio di palma, dal Principe Azzurro di Cenerentola che ruba scarpe (per poi annusarle) dal Pittarosso di Storybrooke, passando da Pongo che si ostina a fare i bisogni sul tappeto di Archer, fino ad Ariel teppista che imbratta i muri della pescheria della città scrivendo: “i pesci soffrono, scegli veg”.

D’altronde il messaggio di questa serie è proprio questo: non sono cattivi, vogliono solo un abbraccio.

Perchè se Zelena e Regina avessero continuato ad abbracciarsi e a truccarsi insieme come due battone a 12 anni non ci sarebbe stata nessuna Evil Queen, nessuna Wicked Witch.

Immaginate gli effetti di un mondo senza tutto questo.

Un modo in cui regna l’amore, la felicità, l’amicizia, la pace… un mondo da fiaba.

Immaginate un OUAT fatto così.

Sarebbe una grandissima e immensa.. rottura di palle.

Avremmo cambiato canale dal pilot, archiviando questa serie senza alcun rimpianto.

Perchè che cos’è una storia senza personaggi come Cora?

Tutto questo per dirvi che sono fan di Cora da sempre e amo questo personaggio in tutte le sue sfumature: da bitch witch a madre redenta.

Mi sta bene, è un character development che ci sta tutto.
Per nulla forzato e perfettamente in linea con il contesto.

Ma se ci sono cattivi che meritano di essere redenti, ce ne sono altri invece che devono restare così come sono.

Perchè il mondo non è solo bianco e grigio, ci sono alcuni con l’animo total black, senza nessun dramma alle spalle, senza nessun desiderio di cambiare e che amano essere quello che sono.

Non tutti i cattivi vogliono essere salvati.
Alcuni nascono così.
Risparmiamoci l’istinto da crocerossina, da Belle Gold.

È il caso di Cruella De Vil.

Spero che per lei non ci sarà mai un percorso alla Cora\Zelena-style.

Spero che resti semplicemente così: un pipistrello glamour che ama sguazzare nell’oscurità.

Che nella follia delle tenebre, si sente a casa.

È inutile negare che ogni volta che questo personaggio è on-screen anche per mezzo secondo, domina incontrastata la scena e si porta a casa l’episodio.

E lo so che questa puntata era dedicata alle 3 streghe dello show, ai loro momenti da: “se l’amore in centro poni non si salvano i Rumplemerdoni, se del bene sono amiche resteranno in eterno fiche”, ma come si può preferire questo, dopo scene del genere?

Amo così tanto Cruella che persino quando schiaffeggia trashamente Emma come fossimo in una qualsiasi puntata di Beautiful con Stephanie Forrester vs Brooke Logan, non mi dispiaccio per la mia bionda ma mi godo il momento con tanto di pop corn in mano.


Cruella De Vil è puro guilty pleasure.

So che non uscirà mai da quel posto infernale ma almeno diamole uno spin off sulla sua vita negli Inferi.

Oppure liberiamola e anche se un personaggio del genere (con un potenziale comedy enorme) poco si addice alla drammaticità e all’eterno Mai Una Gioia di Storybrooke (perchè lei che percula i nostri eroi continuamente farebbe crollare l’intero elemento drama della serie), diamole un programma su Real Time.

Non ne possiamo più di cuochi che stanno in tv e non in cucina, di sedicenni incinta che sono felici di essersi rovinate la vita, vogliamo Enzo Miccio e Cruella De Vil in giro per il mondo a criticare la gente per come si veste.

Vogliamo vedere Cruella De Vil a Pechino Express che fa aperitivi a scrocco e ruba nei negozi come la Marchesa e poi fugge via senza sganciare un soldo.

A&E se proprio siamo costretti a non vedere più Cruella in OUAT al termine di questa stagione, dovete accontentarci almeno così.

  • Le due Rose di Cora

  • Tutti i flashback dell’Enchanted Forest che non riguardano la Evil Queen che dà la caccia a Biancaneve, sono ben accetti.

    Quando leggo: “Foresta Incantata.. molti anni fa” ho quel senso di nausea come fossimo ancora al cenone di Natale con una zia qualsiasi che ti costringe a fare il tris di tutto, proprio perchè temo che sia di nuovo qualcosa che riguardi Regina nei panni di Lady Gaga ad un qualsiasi concerto vs Snow White vestita da Pepa del Segreto.

    E invece finalmente un flashback nuovo, originale, sorprendente.

    È stato molto affascinante conoscere il capitolo mancante di questa famiglia.

    Cora regina e burattinaia come Simona all’isola che fa le sue strategia per mantenere il potere che con tanta fatica e sacrifici ha conquistato.

    È il personaggio che senza dubbio spicca di più a discapito di Regina e Zelena inguardabili anche solo per essersi conciate come Britney Spears 2007.

    Commovente (anche se comunque gli occhi non mi si sono inumiditi nemmeno per l’allergia) la scena del perdono, quando capiscono che per risolvere ogni cosa non serve alcuna pozione o incantesimo, ma basta solo l’amore.

    Naturalmente la scena del primo incontro tra Zelena e Cora mi sarebbe piaciuta di più solo se ci fosse stata Maria ad aprire la busta e a dire: “Zelena vedo che appena l’hai vista ti sei commossa e hai detto ‘madre’, quando vuoi Cora può parlare..”

    E poi sono anche parecchio incazzato con l’Underworld, perchè anche se è un arco narrativo niente male, con la scusa della redenzione, del bene e del lieto fine, ci sta togliendo ad uno ad uno tutti i migliori personaggi di questo show e la possibilità di rivederli in futuro (se non in flashback, obvi).
    13006526_1714859588799444_6440828377529422934_n

    Addio Cora, speriamo di rivederti in Autunno sulla Fox nei panni che più ti si addicono: quelli di stronza madre dell’anno.

    – Zelena verso la scelta

    Ormai sono più incazzato io per le anime che abbandonano l’Underworld che Ade, impegnato ad organizzare esterne per Zelena.

    Come temibile Re della Morte non sarà più un granché, ma come corteggiatore batte tutti.

    Che ne sanno Hook e Charming di come si organizzano le esterne.

    Sul serio, esterne così belle non le abbiamo mai viste in OUAT.138x5b (1)

    Resteranno negli annali di questo show, tra le cose che ricorderemo tra 5 anni pensando a questa serie:

    • le tette di Regina;
    • i CaptainSwan;
    • le esterne di Ade;

    Difenderò questa coppia che ormai shippo, a spada tratta e aspetterò che le loro esterne siano caricate su Witty per condividerle su FB.

    Ormai siamo vicinissimi alla scelta, ai petali di rosa e Vivimi Senza Paura di Laura Pausini in sottofondo.

    E anche se questo trono durerà poco, consoliamoci con la consapevolezza che è durato quanto Rumple eroe, ma solo perchè ha vinto l’amore e non il business.

    A discapito di altri che allungano il brodo e ci ripropongono la stessa ciofeca di storia in salse diverse (ehm.. Rumbelle.. ehm).

    Eravamo vicinissimi alla scelta, Zelena stava attraversando i corridoi per entrare in studio, eravamo tutti lì pronti ed emozionati quando è arrivato Rumple a fare quello che gli riesce meglio dal pilot: la merda.

    Come la Redazione di Uomini & Donne che promette di mostrarci la scelta e invece ci fa un riassunto di tutto il trono che dura 2 giorni.

    Rumple, aspetto il series finale solo per vederti morto.

    Questo è il mio lieto fine con questo show.

    Questa la mia questione irrisolta con OUAT (più il sesso CS).

    Conclusione:

    altro episodio piacevole per un arco non brillante ma che comunque intrattiene.
  • il setting e i costumi dei flashback dell’Enchanted Forest sopperiscono alla mancanza di una sceneggiatura non particolarmente audace e incisiva.
    • Zelena da giovane è Carl di Shameless con una parrucca:
      13124804_1714859838799419_8785044848844275422_n
    Hook che libera Cora ed è subito: feeling da season 2.
    Non posso non pensare al percorso di entrambi in queste stagioni.

    Da: “l’amore è debolezza” a “l’amore rende potenti”.



    E naturalmente mezza lacrima mi scende (metaforicamente parlando) se ripenso che quella è stata la loro ultima scena insieme.

    Mi mancano i bei tempi di inizio storia, mi manca la pianta di fagioli, mi mancano i primi passi dei CS, l’incertezza nei loro occhi, il volersi fidare ma la paura di restare feriti, la confusione e l’ambiguità delle loro posizioni (#TeamCora o #TeamEroi?), il duello con la spada, quello senza (perchè loro la guerra se la facevano anche solo parlando), le prime fasi dello shipping che restano sempre le più rollercoaster dell’intero percorso.

    Take me back to the start..

    • Ah, ma c’era anche Robin Hood in questo episodio?
      In effetti da impavido ladro e uomo di polso a valletta bionda e baby sitter, è un character development davvero notevole.
    • Zelena: “Non è colpa mia se Belle preferisce il sonno eterno a te. Direi che la sua capacità di giudizio sta migliorando”
      Best line dell’episodio.

    Voto: 6,5

    Passate dalle pagine:

    Jennifer Morrison Fans

    Colin O’Donoghue Fans

    Captain Swan